Metatarsalgia Neurogena – Neuroma di Morton

   

Il neuroma di Morton è una patologia del piede che colpisce i nervi sensitivi che affiancano le ossa metatarsali fino alle falangi. Si tratta di una fibrosi che colpisce il tessuto nervoso che rientra nelle patologie neurogene.

Nel dettaglio si tratta di una “fibrosi perinatale”, ovvero una formazione di tessuto cicatriziale fibroso dovuta alla frizione continua sul nervo delle ossa metatarsali e del legamento intermetatarsale profondo.

La patologia può manifestarsi a tutte le fasce di età anche se sembra colpire principalmente donne tra i 40 e i 50 anni. Solitamente è localizzato tra il terzo e i quarto metatarso ma può manifestarsi anche tra secondo e terzo, tra quarto e quinto. Raramente tra primo e secondo metatarso.

Cause del Neuroma di Morton

L’eziologia del neuroma di Morton è legata a più fattori. Tra le possibili cause:

  • ragioni anatomiche del piede (metatarsi più vicini tra di loro rispetto alla norma e che sfregano costantemente)
  • calzature indossate (scarpe strette o con tacco alto tendono a stressate le dita e schiacciare i metatarsi)
  • traumi subiti al piede
  • sollecitazioni ripetitive (es. pratica di calcio e danza)
  • deformità del piede (come calli, piedi piatti o dita a martello)

I sintomi

Il Neuroma di Morton mostra una sintomatologia specifica:

  • dolore sull’avampiede o all’interno delle dita dei piedi
  • bruciore sulla pianta del piede fino al nervo infiammato
  • formicolio su tutto il piede
  • intorpidimento del piede
  • segno di Mulder

I sintomi possono manifestarsi quotidianamente (soprattutto negli sportivi e chi indossa spesso scarpe strette) oppure a periodi alterni.

Diagnosi

Individuare il Neuroma di Morton non sempre è immediato: gli esami clinici spesso non mostrano alterazioni morfologiche. In diversi casi, inoltre, il Neuroma di Morton si lega ad alla presenza di altre patologie del piede.

Spesso, alla palpazione della zona interessate si avverte un “clic” (segno di Mulder) ma spesso si consigliano radiografia per visualizzare la struttura del piede o un esame baropodometrico computerizzato per misurare il carico su ciascun punto di appoggio dei piedi.

Trattamenti

La precocità nella diagnosi del neuroma di Morton è molto importante in quanto potrebbero essere sufficienti trattamenti conservativi:

  • evitare scarpe strette o con tacco alto;
  • indossare plantari su misura;
  • iniezioni di cortisone contro infiammazione e dolore;
  • sclero-alcolizzazione che prevede iniezioni a base di alcol diluito
  • crioterapia e fisioterapia.

Qualora le terapie conservative non fossero sufficienti e negli stadi avanzati della patologia può risultare necessario l’intervento chirurgico.